Investito e massacrato di botte per aver guardato una ragazza. È quanto ha subito un 21enne di Paternò che è stato ricoverato in ospedale. In carcere con l’accusa di tentato omicidio sono finiti invece Venero Giovannino Nicolosi, 26 anni – che ha costretto la fidanzata ad assistere al tentato omicidio – il padre, il fratello e il cognato, tutti responsabili di aver aggredito gli amici del 21enne che cercano di soccorrerlo e tentato di picchiare la vittima mentre era a terra

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Proteste dei pastori sardi, fallito il tavolo in Regione: oggi vertice al Viminale. Salvini: “Avanti ad oltranza per soluzione”

prev
Articolo Successivo

Roma, tensioni alla protesta dei gilet arancioni a Montecitorio: manifestanti insultano presidente della Puglia Emiliano

next