“È una donna incinta di sette mesi e viene perseguitata e offesa nello stesso modo in cui veniva trattata Diana, la storia si ripete”. George Clooney scende in campo in sostegno di Meghan Markle, per difendere la moglie del principe Harry dagli attacchi che le vengono sferrati dalla stampa.  L’attore è infatti amico intimo della famiglia reale e non approva il modo in cui l’ex attrice americana viene trattata: “La inseguono dappertutto, e la diffamano”, ha detto Clooney nel corso di un panel, come riportato da Who’s Australia, mentre stava promuovendo la sua nuova serie (girata in Italia), Catch-22. Poi la star hollywoodiana fa un riferimento anche il tragico incidente del 1997, in cui la mamma di Harry e William ha perso la vita: “Sappiamo tutti, purtroppo, com’è andata a finire“.

Lui e la moglie Amal Alamuddin sono stati tra gli invitati (più eleganti) del royal wedding tra Meghan e Harry, datato maggio 2018. George e Harry, infatti, si conoscono da anni, e secondo i ben informati Amal, cresciuta a Londra, avrebbe aiutato fin da subito l’ex attrice ad ambientarsi. Per questo i tabloid britannici hanno scommesso su Clooney eventuale padrino del royal baby in arrivo. Ma George nega: “Non sarò io. Sono padre di due gemelli, ho già abbastanza lavoro”, ha continuato, ridendo.