Il 62 per cento degli italiani non manderebbe Matteo Salvini a processo per il caso Diciotti. Così hanno risposto gli intervistati da Emg Acqua alla domanda su come voterebbe sull’autorizzazione a procedere per il ministro dell’Interno, su cui è dovrà decidere la Giunta per le Immunità del Senato che ieri ha ricevuto la memoria del vicepremier leghista, accogliendo anche quelle di a Giuseppe ConteLuigi Di Maio e Danilo Toninelli. Per il sondaggio presentato ad Agorà su Rai3, solo il 31% degli italiani farebbe giudicare Salvini da un tribunale. Un rilevazione che certifica la presa del ministro dell’Interno sull’elettorato, confermata anche dalla convinzione del 61% degli intervisti che alla fine il Tav si farà, così come nelle intenzioni di voto: la Lega resta primo partito al 30,1%, il M5s arretra leggermente al 25,1 per cento. Il Partito democratico recupera mezzo punto percentuale (18,7%), ma la doccia fredda arriva dal 64 per cento dei suoi elettori che al momento hanno deciso di non andare a votare alle primarie.

Il sondaggio di Emg Acqua per Agorà stima in totale l’area di Governo al 55,2%, in calo di 0,9 punti rispetto a una settimana fa. Se si votasse oggi la Lega sarebbe sempre in testa (ma cala dello 0,2% rispetto a 7 giorni fa). In risalita opposizioni di centrodestra: Forza Italia 9,7% (+0,5% rispetto a settimana scorsa), Fratelli d’Italia 4,5% stabile come Noi con l’Italia 0,8%.

Il Pd raggiungerebbe, invece, il 18,7% delle preferenze, percentuale pari a quella raggiunta durante le ultime elezioni e in risalita dello 0,5% rispetto alla settimana scorsa. Stabili le opposizioni di centrosinistra: Più Europa-CD con Bonino al 3%. Altri partiti fra cui Mdp, Si, Verdi raggiungono il 4% (-0,3%). Potere al popolo è al 2 per cento.

Per quanto riguarda le primarie Pd, il sondaggio di Emg Acqua conferma Nicola Zingaretti in vantaggio con il 55%, contro il 37% di Maurizio Martina. Mentre Roberto Giachetti raccoglie appena l’8% delle preferenze tra chi è intenzionata ad andare a votare. Ed è proprio qui il problema: solo uno su cinque fra gli elettori Pd è intenzionato a partecipare alla scelta del prossimo segretario democratico.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Taglio parlamentari, Malan (FI) al governo: “Vedo che Goebbels fa ancora proseliti”. La Russa: “Strada ancora lunga”

next
Articolo Successivo

Diciotti: i documenti di Conte, Di Maio e Toninelli sono armi di distrazione di massa

next