Dopo la bocciatura in commissione Ambiente sulla nomina del generale Antonio Ricciardi, proposto dal ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, a causa della contrarietà della Lega, è lo stesso ministro a ribadire di non voler fare passi indietro: “Grave l’atto della Lega? Per carità, io sono convinto che il suo nome resta quello più adatto, di altro profilo, se ne ridiscuterà senz’altro. Il nome resta quello? Assolutamente sì, qui c’è un atto del ministro, non in concertazione“, ha rivendicato Costa. “Sono molto sereno, vedremo l’evoluzione delle cose”, ha concluso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Presidenza parco del Circeo, Lega boccia il nome proposto da Costa. Il ministro: “Niente diktat, partiti fuori dalle nomine”

next