La villetta in cui è stata uccisa Meredith Kercher è stata venduta e potrebbe diventare addirittura un museo del crimine. Lo afferma Il Messaggero riportando alcune indicazioni che riguarderebbero l’acquirente, un bancario pescarese cinquantenne, che alcuni giorni fa avrebbe avanzato una proposta di acquisto da 295mila euro, accettata dalla controparte. Sempre secondo il quotidiano romano la villetta di via della Pergola, dove il 1 novembre 2007 venne uccisa la studentessa britannica, dovrebbe diventare un bed and breakfast con quello che viene definito un “museo del crimine”. Come riportato un paio di mesi fa dall’Ansa, la villetta è stata ristrutturata dalla proprietaria nel 2017: dissequestrata nell’ottobre del 2009, è stata ceduta dalla precedente titolare nel giugno del 2015 all’attuale proprietaria che l’ha messa in vendita. “Sempre nel sito dell’agenzia immobiliare – spiegava l’Ansa – si sottolinea che la “villa singola” fu “completamente ristrutturata nel 2017 sia dal punto di vista sismico che strutturale” ed è “immersa in giardino privato di circa quattro ettari”. Il FQMagazine ha provato a rintracciare MediaImmobiliare di Perugia, la società incaricata della vendita dell’immobile, ma al recapito telefonico presente online su tutti gli elenchi non risponde nessuno.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

“Gordon Ramsay fa allusioni sessuali a Sofia Vergara”: un video del 2010 scatena le polemiche su Twitter

prev
Articolo Successivo

Sfera Ebbasta, la mamma di una vittima di Corinaldo gli scrive: “Hai sei persone sulla coscienza. Ce l’ho a morte con i tuoi manager, la tua casa discografica”

next