L’episodio risale al 2010 quando lo chef Gordon Ramsay e l’attrice Sofia Vergara si trovavano insieme al Tonight Show with Jay Leno. E il celebre chef è finito “sotto accusa” sui social proprio per questa ospitata. A dare la notizia e l’HuffPostUsa. Nelle clip che stanno girando molto su Twitter, Ramsay domanda a Vergara: “Urli solo in camera da letto?” e poi sembra allungare le mani verso di lei. Poco dopo, il conduttore Leno mostra una foto nella quale l’attrice mangia un pezzo di pizza e lo chef continua con le provocazioni: “Sembra che tu ti stia divertendo: l’hai messo tutto in bocca in una sola volta?“. A quel punto Vergara si gira verso di lui e dice “cosa?” per poi aggiungere in spagnolo “quest’uomo non mi rispetta”. Così, lei fa finta di colpirlo e lui si gira per essere sculacciato. Alla fine Vergara appare molto irritata. Molti sono gli utenti che hanno rilanciato il video su Twitter (il primo è stato Jason Bolano) e commentato il comportamento dello chef: “Stava facendo allusioni sessuali verso di lei e parlava male della Colombia. A un certo punto, le ha persino toccato il sedere”, scrive qualcuno.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Francesco Chiofalo in sala operatoria: in corso l’operazione per asportargli il tumore al cervello

prev
Articolo Successivo

Omicidio Meredith, la villetta in cui fu uccisa potrebbe diventare un bed and breakfast con museo del crimine

next