“Al mio rientro a Roma istituiremo il decreto anche per quota 100 e il reddito di cittadinanza per gli italiani“. Li ha detto il vicepremier e ministro del Lavoro Luigi Di Maio ad Alleghe. “Smentisco” ha detto il ministro rispondendo a una domanda di una giornalista che gli chiedeva del reddito di cittadinanza per gli immigrati. “La legge, come abbiamo sempre detto, – ha ribadito- riguarda il reddito di cittadinanza per coloro che sono cittadini italiani“.

Nei primi documenti del governo che dovrebbero essere alla base del decreto attuativo (che il Consiglio dei ministri dovrebbe varare entro il 15 gennaio), però, vengono inclusi nella platea dei beneficiari  anche gli “stranieri lungo soggiornanti” anche senza cittadinanza. In altre parole si tratta di 197mila famiglie straniere residenti in Italia da almeno 5 anni e con il permesso di soggiorno in regola

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Decreto sicurezza, Di Maio difende la riforma di Salvini: “Protesta dei sindaci? Solo uno spot elettorale”

next
Articolo Successivo

Reddito cittadinanza, Di Maio: ‘Smentisco che andrà agli immigrati. A quelli in Italia da 5 anni? Bozza sarà cambiata’

next