“È una situazione che va avanti da parecchio tempo. A primo impatto sembra pulito ma il problema è che le formiche sono intorno: ai bordi delle scrivanie e dei muri. È proprio un’invasione, se fossero state poche formiche non avrebbero chiuso”. Lo racconta una paziente del pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli, che ieri ha dovuto chiudere per un’ora l’accettazione per disinfestare.“I nas sono arrivati e spostando un armadietto hanno trovato un piccolo focolaio di formiche nella stessa stanza che stamattina era stata chiusa per essere ripulita. Ma come è possibile?” dice il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, il primo a far girare la notizia della chiusura di una stanza del pronto soccorso

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ponte Morandi, procuratore di Genova Cozzi: “Inaugurarlo ad aprile-maggio 2020? Altamente improbabile”

next
Articolo Successivo

Aprilia, 15enne lancia tre molotov a scuola: panico tra i compagni e istituto evacuato. Lo studente era stato bullizzato

next