È praticamente impossibile guardare Bambi, il cartone animato della Disney uscito nel 1942, senza piangere quando mamma cerbiatto viene uccisa da un cacciatore e il cucciolo resta solo, in una radura, accanto alla madre morta. E proprio a questa scena straziante deve aver pensato il giudice del Missouri, negli Stati Uniti, quando ha condannato un bracconiere a guardare a ripetizione Bambi. David Berry Jr, questo il nome del cacciatore, ha ucciso infatti centinaia di cervi e per questo è stato condannato a 120 giorni di carcere per bracconaggio ma non solo. Durante il periodo di detenzione infatti, l’uomo dovrà vedere a ripetizione il classico d’animazione Disney considerato uno dei film più tristi della storia. 

Berry e due suoi familiari sono stati arrestati con l’accusa, avanzata dalla Missouri Conservation Authority, di aver ucciso centinaia di cervi in tre anni. “I cervi erano maschi da trofeo abbattuti illegalmente, soprattutto di notte, che venivano uccisi per prelevarne le teste, mentre i corpi venivano lasciati a marcire” ha spiegato il procuratore della contea di Lawrence, Missouri.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Meghan Markle, la madre Doria rifiuta l’invito della Regina per Natale

next
Articolo Successivo

Valeria Golino: “Tom Cruise sul set mi portava dei regalini, non ci ha mai provato ma se l’avesse fatto…”

next