La scorsa notte ha esploso 5 colpi di pistola quando ha sentito rumori nella sede della sua ditta all’interno della quale dormiva dopo aver subito diversi furti (6 formalmente denunciati) negli ultimi anni. Il ladro, un moldavo di 29 anni, è morto e il proprietario dell’azienda Fredy Pacini, un gommista di Monte San Savino, in provincia di Arezzo, è ora indagato per eccesso di legittima difesa.

Un servizio realizzato da Tele Etruria, documenta lo stato di esasperazione dell’uomo che già la scorsa estate aveva deciso di restare a dormire nella sua officina per proteggersi dai continui furti subiti.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Terrorismo, blitz del Nocs della polizia a Macomer: arrestato palestinese. “Voleva mettere un topicida nella rete idrica”

next
Articolo Successivo

Galleria della Guinza: 6 km di incompiuta da 30 anni e 120 milioni di euro (e più). Ora indaga la Corte dei Conti

next