Ai telespettatori più fedeli dei reality show non sono certo passati inosservati i messaggi che sorvolano, per fare un esempio, la casa del Grande Fratello. Aerei portatori di buone notizie, tifo e sostegno, critiche e non solo. In sostanza rappresentano l’unica forma di comunicazione permessa per far giungere un messaggio ai concorrenti all’interno della casa più spiata d’Italia. Una pratica ormai nota dal 2009:  “Noi ci affidiamo alle richieste dei committenti, che solitamente sono familiari e amici dei concorrenti o gruppi di fan che fanno una colletta. Capitano anche personaggi famosi, alcuni dei quali ribadiscono la volontà di rimanere nell’anonimato. Ma che sia l’amante o una persona che vuole stare nell’ombra a noi non interessa, la riservatezza la garantiamo a prescindere. I primi aerei richiesti risalgono all’edizione del 2009“, spiega a Spy Giuliano Catacchio, responsabile della società Aetraining.

Il tutto ovviamente ha un costo che deve essere saldato in anticipo: “L’aereo che usiamo per questi voli è un Piper PA-18, un monomotore leggero da turismo. Il prezzo dell’operazione può oscillare dai 900 ai 1900€, con pagamento anticipato. Il prezzo cambia in base al numero di caratteri inseriti all’interno dello striscione, il massimo consentito è di 40. La spesa cambia anche in base alla disponibilità del carattere scelto, che può essere una lettera, un punto o un segno come un cuore. Siamo anche arrivati a fare cinque o sei voli al giorno.”

L’operazione viene curata nei minimi dettagli, l’orario migliore è quello che va tra le 12.30 e le 15.30: “Prima tendenzialmente i concorrenti dormono. Mentre dopo le 15 può diventare rischioso a causa di confessionali e prove che tengono impegnati i ragazzi. Ovviamente se qualche cliente ci chiede un orario specifico noi non ci tiriamo indietro, pur sconsigliandolo. Se lo striscione non viene visto dai ragazzi allora noi proponiamo al cliente la possibilità di rifare il volo in un’altra data, senza costi aggiuntivi“, ha spiegato Catacchio. Gli aereo-messaggi più quotati sono quelli di sostegno o di amore mentre vengono bloccati sul nascere quelli offensivi e a rischio querela. Insomma sono diventati una sorta di appuntamento fisso in tutte le edizioni, l’utilità di questa operazione è ovviamente discutibile.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

L’Isola dei Famosi 2019, addio a Mara Venier e Daniele Bossari. Tra i possibili naufraghi Giulia De Lellis e Jeremias Rodriguez (ma Belen non vuole)

next
Articolo Successivo

L’entusiasmo di Crozza-Toninelli per il decreto Genova è incontenibile. Ma poi arriva un regalo dalla Casaleggio Associati…

next