Daria Nicolodi, mamma di Asia Argento, si scaglia nuovamente contro la figlia e lo fa con un tweet: “Mia figlia è una Brunilde. Difficile per lei trovare un uomo giusto. Anche nella mitologia norrena, compariva un cappuccio e per fortuna, era quello dell’invisibilità.” Il riferimento nemmeno velato è alla relazione dell’attrice con il discusso Fabrizio Corona. Già nelle scorse settimane la moglie di Dario Argento aveva espresso il suo dissenso sempre sui social: “Due signori di mezza età con felpa e cappuccetto che si baciano…un po’ inguaiati e inguaianti“.

Un commento che Asia non aveva gradito, stando a quanto aveva riferito la Nicolodi: “Mia figlia Asia mi scrive: la mia era una sciarpa e non cappuccio. Fai schifo. Sei una donna pessima, madre già lo sai. Sei una fallita, sola al mondo. Torna nel tuo dimenticatoio, ora hai veramente esagerato. Fottiti troia.” Il tono della donna non era poi cambiato: “Più troia di voi lo spero, che siete così innocenti. Un periodo in clinica non ti guasterebbe. Siamo preoccupati per te.

La figlia a Domenica In nei giorni scorsi aveva cercato di smorzare i toni: “Eh, un bacio cosa sarà mai successo. Non ho chiarito con mamma, lei è ancora arrabbiata con me, spero che le passi. Sono serena in questo momento, sono una ragazza con la testa sulle spalle, spero che chiariremo.” Atteggiamento diverso quello di Fabrizio Corona che sull’argomento, a CR4-La Repubblica delle Donne, si era così espresso:  Secondo me ha sbagliato, poi se ne renderà conto. Intervenire così e pubblicare dei messaggi privati, in una storia del genere, vuol dire cercare l’attenzione perché c’è dell’invidia.”

La relazione tra Fabrizio Corona e Asia Argento continua a occupare la scena mediatica tra copertine e ospitate televisive. L’attrice replicherà alle parole della madre o sceglierà la strada del silenzio?

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ambrogini D’Oro 2019, da Massimo Bottura a Elio ecco la lista dei premiati. Esclusa Chiara Ferragni

prev
Articolo Successivo

Cristiano Ronaldo si sposa. E intanto festeggia il compleanno della figlia spendendo cifre folli

next