Ennesimo caso di femminicidio nelle prime ore di questa mattina. Un operaio di 47 anni ha ucciso la moglie e poi ha tentato di togliersi la vita a Boissano, un piccolo comune ligure di circa 2500 abitanti in prvincia di Savona. Dalle prime informazioni pare che l’uomo, Matteo Buscaglia, a seguito di un litigio, abbia soffocato la donna, Roxana Karin Zentero, di origini peruviana, con un sacchetto di plastica, mentre i due bambini della coppia, un maschio e una femmina di 12 e 10 anni, dormivano nella loro camera. I due sono stati portati al pronto soccorso pediatrico. Sembra che non si siano accorti di nulla.

A seguito del gesto l’uomo avrebbe tentate il suicidio tagliandosi le vene in cantina, dopo aver telefonato alla sorella. Soccorso dagli operatori sanitari chiamati dalla parente, l’uomo è stato portato in gravi condizioni all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure. Sul posto sono intervenuti carabinieri di Albenga che stanno indagando sull’accaduto.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Trentino, spara al figlio della compagna e poi si uccide. Lei è riuscita a scappare

prev
Articolo Successivo

Potenza, accoltella la moglie e tenta il suicidio. Arrestato 69enne

next