Ho avuto un tumore”. Il dramma del cancro ha toccato anche Elisa Isoardi. In una lunga intervista che sta circolando molto in rete, rilasciata qualche tempo fa al settimanale DiPiù, la nuova conduttrice de La prova del cuoco ha raccontato i terribili momenti della scoperta di un tumore alle corde vocali. “Ho scoperto di avere un tumore, un grosso polipo che stava compromettendo parte della mia corda vocale destra. Il dottore mi ha detto che bisognava intervenire subito, non c’era tempo da perdere. Rischiavo di perdere la voce”.

Il tumore è risultato benigno, ma la paura è stata tanta, e soprattutto il post intervento ha richiesto e continua a richiedere una riabilitazione alla voce: “Anche se nella maggior parte dei casi questo tumore risulta benigno, non va certo sottovalutato. L’intervento molto delicato e in anestesia totale, durante il quale il medico ti entra nella gola ed esporta il polipo, è riuscito perfettamente. Il materiale tumorale, per fortuna, è risultato benigno. Sono dovuta rimanere zitta per sette giorni dopo l’operazione, dopodiché ho cominciato un duro allenamento alle corde vocali. Allenamento che seguo tuttora andando dalla logopedista”. Dopo l’intervento, che risale a qualche tempo fa, la Isoardi si è comunque buttata anima e cuore nel suo nuovo ruolo di conduttrice del cooking show più popolare d’Italia (“Io sono una che ama il lavoro alla follia. Non rinuncio all’idea di farmi una famiglia, ma intanto mi godo le famiglie del mio pubblico”), anche se gli ascolti del post Antonella Clerici non decollano e dopo nemmeno un mese La prova del cuoco rischia sempre più di finire la sua corsa nella fascia oraria del mezzogiorno.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

La Vita in Diretta, Tiberio Timperi dà un bacio sulla bocca a Francesca Fialdini

prev
Articolo Successivo

Sanremo 2019, il festival andrà anche in onda a dicembre (ma solo per i giovani). I conduttori? Pippo Baudo e Rovazzi in pole

next