Da una parte il racconto di Ilaria Cucchi, dall’altra l’intervista al ministro Luigi Di Maio. Ma a spuntarla ancora una volta, nella sfida tv della domenica pomeriggio, è Mara Venier. Rai1, durante il periodo di sovrapposizione tra Domenica In e Domenica Live, ha ottenuto una media di 2.428.000 telespettatori pari al 18,7 per cento di share mentre Canale 5 ha totalizzato una media di 2.091.000 telespettatori pari al 16,1 per cento di share.

Nel dettaglio, nella prima parte, Domenica In è stata proposta l’intervista alla sorella di Stefano Cucchi che ha ottenuto 2.813.000 telespettatori e uno share del 19,2 per cento. Nella seconda parte, il programma è stato visto da 2.274.000 pari al 18,5 per cento. Domenica Live, come si legge in un comunicato di Mediaset, è stata invece seguita nel segmento “Attualità” da 2.144.000 telespettatori pari a uno share del 16,6 per cento, nel segmento “Storie” da 2.013.000 telespettatori e uno share del 17,2, nella “Prima parte” da 2.389.000 telespettatori e uno share del 19,8% e nella ‘Seconda partè da 2.549.000 telespettatori e il 19.55% di share. Mediaset parla comunque di “record d’ascolti”. In un post su Instagram Barbara D’Urso si limita a ringraziare i suoi ascoltatori. Per Giancarlo Scheri, direttore del canale, è una “puntata da incorniciare”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Grazie a voi!!! ❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️ #domenicalive

Un post condiviso da Barbara d’Urso (@barbaracarmelitadurso) in data:

Più diretta invece Mara Venier che nel suo post sempre su Instagram oltre a ringraziare scrive per esteso il risultato: 18,7 a 16,1 (di share).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Grazieeeeeee a tutti ❤️ DOMENICA IN 18,7 DOMENICA LIVE 16,1

Un post condiviso da Mara Venier (@mara_venier) in data:

Poi c’è la prima serata e anche in questo caso la vittoria è di Rai1 che “giocava facile” con la partita della Nazionale contro la Polonia: è stata seguita da 8.465.000 telespettatori pari a uno share del 33,7 per cento. Il secondo programma più visto è quello delle Iene Show che mette insieme su Italia 1 2.053.000 spettatori e uno share dell’11,9 per cento. Terzo posto per Ncis, su Rai2, con 1.877.000 telespettatori per uno share del 7,3 per cento. A seguire, la serie Victoria 2 trasmessa da Canale 5 è stata vista da 1.661.000 telespettatori pari a uno share del 7 per cento. In posizione un po’ arretrata Non è L’Arena che ha portato su La7 1.174.000 telespettatori pari a uno share del 6,3 per cento. Su Rai3 Amore criminale ha totalizzato 1.360.000 telespettatori registrando uno share del 6,2 per cento, mentre su Rete 4 Il Fuggitivo con Harrison Ford è stato seguito da 818.000 telespettatori, pari a uno share del share 4,1. Su Tv8 Nessuno mi può giudicare con Paola Cortellesi è stato seguito da 628.000 telespettatori pari a uno share del 2,6 per cento mentre sul Nove C’è posto per 30? ha totalizzato 288.000 telespettatori e uno share del 1,2 per cento. Nel complesso le reti Rai hanno conquistato la prima serata con 12.131.000 telespettatori e il 48,5 per cento di share e l’intera giornata, con 4.154.000 telespettatori e uno share medio del 39.8%. Alle reti Mediaset è andata la seconda serata con 3.575.000 spettatori e il 32,9% di share.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Opera di Roma, incanta Il Flauto Magico “cinematografico”: il capolavoro di Mozart come un film muto, tra Buster Keaton e Tim Burton

prev
Articolo Successivo

Grande Fratello Vip, Fabrizio Corona al centro del reality senza esserci: ecco come Ilary Blasi “fredda” Signorini mentre cerca di parlare di lui

next