Francesco Boccia, deputato del Pd, si candida alla segreteria del partito. Il suo è il quarto nome dopo quello di Nicola Zingaretti, Matteo Richetti e Cesare Damiano. “Devo rivoltare il partito dalla testa ai piedi” dice Boccia in un video pubblicato su Facebook in cui annuncia la propria corsa da un mercato. E lancia l’hashtag #aporteaperte per un partito che “si occupi delle persone e faccia sì che la gente ci torni a votare”.
In un’intervista al Corriere della Sera ha parlato di rottamazione, in riferimento al tentativo di Matteo Renzi di cambiare il Pd, che è stata “un fallimento clamoroso”. E ha aperto al dialogo col M5s.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Potere al popolo, scoppia la guerra sullo statuto. Rifondazione boicotta il voto: “Non partecipiamo, non c’è democrazia”

next
Articolo Successivo

Boccia (Pd) vs Borghi (Lega): “Avete approccio da clan Spada, date testate”. “Piano con le parole, quelli sono mafiosi”

next