Francesco Boccia, deputato del Pd, si candida alla segreteria del partito. Il suo è il quarto nome dopo quello di Nicola Zingaretti, Matteo Richetti e Cesare Damiano. “Devo rivoltare il partito dalla testa ai piedi” dice Boccia in un video pubblicato su Facebook in cui annuncia la propria corsa da un mercato. E lancia l’hashtag #aporteaperte per un partito che “si occupi delle persone e faccia sì che la gente ci torni a votare”.
In un’intervista al Corriere della Sera ha parlato di rottamazione, in riferimento al tentativo di Matteo Renzi di cambiare il Pd, che è stata “un fallimento clamoroso”. E ha aperto al dialogo col M5s.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Potere al popolo, scoppia la guerra sullo statuto. Rifondazione boicotta il voto: “Non partecipiamo, non c’è democrazia”

prev
Articolo Successivo

Boccia (Pd) vs Borghi (Lega): “Avete approccio da clan Spada, date testate”. “Piano con le parole, quelli sono mafiosi”

next