Nonostante gli accordi con l’ex moglie Katie Holmes glielo permettano, Tom Cruise non vede la figlia Suri da anni “perché la bambina non fa parte di Scientology”. A rivelarlo è UsWeekly, che ha pubblicato un articolo sul rapporto tra l’attore di “Mission Impossible” e la controversa organizzazione, in cui fu introdotto dalla prima moglie Mimi Rogers e di cui è diventato negli anni un esponente di spicco.

“A Cruise è permesso fare visita alla figlia di dodici anni per 10 giorni al mese – ha detto una fonte anonima alla rivista – ma ha scelto di non farlo, perché lei non è una Scientologista”. A conferma di questa tesi, UsWeekly sottolinea come non esistano più foto dell’attore insieme con la figlia dal 2013 in poi, ovvero da quando ha divorziato da Katie Holmes, con cui è stato sposato per sei anni. Ben diverso sarebbe invece il rapporto fra l’attore e gli altri suoi due figli, Connor e Isabella, adottati quando stava con la sua seconda moglie, Nicole Kidman. I due ragazzi, che oggi hanno 23 e 25 anni, sono rimasti con lui dopo la rottura con la Kidman nel 2001 “e ormai sono diventati a tutti gli effetti membri di Scientology, sotto la guida e l’influenza del padre, come ha spiegato alla rivista Tony Ortega, ex direttore di The Village Voice e convinto oppositore dell’organizzazione.

Ma il resoconto di UsWeekly getta ombre inquietanti anche sulla pressione che la Holmes avrebbe subito da parte di Scientology: l’attrice ha lasciato infatti la chiesa dopo il divorzio da Cruise ma, sempre secondo Ortega, potrebbe aver firmato “un accordo di non divulgazione, impegnandosi a non dire nulla di negativo su Scientology” per assicurarsi di mantenere la custodia della figlia. Non solo, alla Holmes sarebbe stato “consigliato” anche di non avere più contatti con l’ex amica ed ex adepta Leah Remini, che uscita da Scientology, ne aveva denunciato apertamente gli abusi e aveva raccontato anche che Katie Holmes viveva ancora sotto lo stretto controllo dell’organizzazione e che qualunque sua azione a loro contraria (come ad esempio uscire a pranzo proprio con la Remini) le sarebbe costata la custodia di Suri. Accuse che i vertici di Scientology hanno però respinto, bollandole come “ridicole, bizzarre e fantasiose”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

#MeToo, Emily Ratajkowski arrestata durante le proteste contro la nomina di Kavanaugh: “Le donne in questo Paese non contano”

next
Articolo Successivo

Cristiano Ronaldo, l’accusa di stupro preoccupa gli sponsor. Nike: “Monitoriamo la situazione”

next