“Credo che la Casa del Grande Fratello sia l’unico posto in cui possa sentirmi protetta. Potrebbe essere una terapia. Il fatto che ci sia un confessionale, per parlare in ogni momento con qualcuno, può farmi bene”, aveva detto Lory Del Santo a Verissimo. Dopo la morte del figlio Loren, di soli 19 anni, aveva rifiutato di entrare nella casa più spiata d’Italia salvo poi cambiare idea e accettare di far parte del cast della terza edizione del reality. L’attrice era stata contattata dalla produzione a fine giugno, dopo un colloquio aveva firmato il contratto.

Ci sono malattie che scoppiano all’improvviso. Non c’è niente di peggio di essere impreparati ad un evento. Ho perso il senso del tempo e la memoria, sono piombata in un tunnel nero per parecchio tempo. Dentro di me ho metà buio e metà luce, e sento di poter dare ancora tanta luce agli altri“, ha detto in studio a Ilay Blasi e Alfonso Signorni. L’opinionista si è fatto portavoce di chi non condivide la sua scelta ricordandole che avrebbe potuto trascorrere questo tempo con l’altro figlio Devin. “Il dolore non ti lascia mai, è come un’ombra che viaggia con te. È un’utopia pensare di abbandonarlo, ma lo tengo chiuso in uno scrigno. Dall’altra parte ho molto amore da dare. Voglio lanciare un messaggio di incoraggiamento alle famiglie: fino a che uno c’è bisogna dare il massimo. I malati hanno bisogno di tanto amore, non possiamo mai perdere per un momento l’idea di voler bene“, ha detto la Del Santo rispondendo poi a chi critica la sua scelta: “Penso che sia giusto che ci siano persone che la pensano diversamente. Impossibile che tutti siano d’accordo. Io devo pensare per il mio bene, devo dare un messaggio alle donne che perdono dei figli: devono reagire, la disperazione totale non porta a nulla.”

All’ingresso in casa quasi tutti i concorrenti l’hanno accolta con piacere ma Cattaneo, la Marchesa d’Aragona e Maurizio Battista non hanno nascosto i loro dubbi per la decisione della showgirl: “Non credo che questo sia il posto ideale per una cosa del genere. Dopo una settimana dentro la casa ho dimenticato la fisionomia dei miei cari, è un isolamento totale“, ha affermato il comico romano.  “Se vorrà piangere, lo farò anche qui, ma almeno uscirò da una stanza e non sarò sola”, ha concluso la Del Santo.

Cosa è accaduto nel corso della lunga serata? La prima eliminata di quest’anno è Lisa Fusco che in studio fa la spaccata di rito e spiega che i motivi della sua uscita al televoto: “Mi aspettavo di essere eliminata. Ho una rimanenza dell’anno scorso, mi sono messa contro una concorrente. Ho avuto dei precedenti con le fan di Giulia De Lellis che mi hanno minacciata. Ho ricevuto dei messaggi in cui dicevano ‘le Bimbe di Giulia non dimenticano’ ma io sono contenta di essere qui”. Per l’intera settimana saranno in nomination in quattro: Valerio Merola, Elia Fongaro, Ivan Cattaneo e Jane Alexander.

Al centro della puntata le frasi di Silvestrin sui cani, giudicate omofobe, ma l’attore non gradisce il modo in cui viene trattato l’argomento: “Io ho un figlio fuori, un padre, una fidanzata e un cognome. Sono stati fatti dei processi sommari, non so come difendermi da questa cosa, ho trovato brutto l’accanimento in contumacia e quindi vorrei poterla risolvere. Mi dispiace per l’offesa che ho creato sulla mia famiglia. Mi dispiace perché si è parlato di altro e perché non sono un omofobo”. Cattaneo in settimana era scivolato invece su una frase ingiustificabile: “Rifiutare una donna è peggio che violentarla“. Il cantante si scusa ma la Blasi lo bacchetta: “Ivan da donna devo dirti che il desiderio e lo stupro sono due cose diverse”. A sorpresa la seconda puntata del Grande Fratello Vip è stata vista da soli 3.2 milioni di telespettatori con il 18,99% di share chiudendo quasi all’una e mezza di notte. Un calo di circa due punti rispetto a setti giorni fa con Rai1 che gognola per gli ascolti record de La Vita promessa, la fiction con Luisa Ranieri ha salutato il pubblico con oltre 6 milioni e il 26% di share.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Nadia Toffa è tornata a condurre Le Iene: “Non vedevo l’ora di tornare in famiglia”

prev
Articolo Successivo

Matteo Renzi vittima di Scherzi a parte: ecco cosa è accaduto

next