Fincantieri è una scelta politica”. Il governatore della Liguria Giovanni Toti lo ammette: la scelta del gruppo pubblico-privato della cantieristica navale per la ricostruzione del ponte Morandi è nella convergenza delle visioni politiche. Altro che competenze, genovesità o addirittura solidità finanziaria della Fincantieri. Che secondo Toti è addirittura  “l’azienda pubblica più solida che esista”. I bilanci, però, dicono che il gruppo navale, tornato in utile nel 2016, ha senz’altro buone commesse (5 miliardi nel 2017), ma visti i margini vicini al 7%, i profitti scarseggiano (53 milioni nel 2017, 15 a metà  2018) e i debiti pesano non poco con la posizione finanziaria netta: nel 2017 era negativa per 314 milioni (264 a metà 2018) sia pure in netto miglioramento rispetto ad un anno prima (615 milioni).

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Titoli di Stato, chi li compra? Dal Forum Ambrosetti le risposte di economisti e finanzieri italiani: da Monti a Cottarelli, da Profumo a Davide Serra

prev
Articolo Successivo

Cernobbio, Tria dopo Conte: rassicura imprenditori e mercati. “Faremo il possibile all’interno dei vincoli Ue”

next