Momenti di tensione in Aula alla Camera durante l’informativa di Danilo Toninelli sul crollo del ponte. In un passaggio del suo intervento, il ministro alle Infrastrutture ha ribadito di aver subito “pressioni, interne ed esterne”. Subito dopo, i deputati di Forza Italia (con, tra gli altri, Francesco Paolo Sisto e Vittorio Sgarbi di Forza Italia ed Ettore Rosato e Andrea Orlando del Pd) hanno chiesto al ministro di “fare i nomi” di chi gli ha fatto pressioni e di inviare “il resoconto del verbale dell’Aula” alla magistratura. Il presidente Roberto Fico ha spiegato che i “verbali sono pubblici”, ma a quel punto è scattata la polemica con le opposizioni che hanno insistito sulla richiesta rivolta a Toninelli di rivelare i nomi.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ponte Morandi, Toninelli alla Camera: “Follia affidare ricostruzione ad Autostrade. Gronda? Sciacallaggio”

prev
Articolo Successivo

Ponte Morandi, Toninelli: “Trasparenza nonostante pressioni interne ed esterne”. Il Pd: “Faccia i nomi. E verbale ai pm”

next