Bobo Vieri è innamoratissimo della sua Costanza Caracciolo e si prepara a diventare papà. Il calciatore ha dichiarato di essere al settimo cielo: i due stanno insieme da poco più di un anno e hanno desiderato a lungo questa gravidanza. “Sono un uomo felice – ha rivelato in un’intervista alla Gazzetta dello Sport – ho trovato una compagna meravigliosa, che è Costanza. Aspettiamo una bimba a fine novembre…”.  Ma nonostante manchino pochi mesi al parto, il nome della bimba ancora non l’hanno scelto: “Ancora no, non è facile, ci sono tanti nomi… Se era un maschio lo chiamavo Bobo-gol! Ora vediamo, intanto siamo molto felici” dice Bobo. E si preannuncia un papà geloso della sua bimba: ”L’altro giorno ho detto a Costanza: ‘Guarda, solo quando avrà 45 anni farò andare nostra figlia al cinema con un uomo’. Ah, naturalmente allo spettacolo del pomeriggio…”.

Sul rapporto con Costanza non ha dubbi: “Sono almeno dieci anni che la conosco. Sai, sei a Milano, ti vedi spesso in mille occasioni, locali, eventi. Lei faceva la velina, il gruppo era quello. Costanza mi dà tranquillità, è una ragazza bellissima, buona di carattere, mi fa stare sereno, tranquillo. Ci siamo attaccati subito, non so nemmeno io perché, ma sapevo già che persona fosse…”.  E nonostante i due stiano insieme da poco, Vieri confessa di averle messo gli occhi addosso da tempo: “L’ho studiata a lungo in questi anni, l’ho osservata a distanza. La sua genuinità, i suoi modi sempre carini e un’educazione unica la rendono irresistibile. Sorride sempre, e sto bene con lei. Ora diventeremo papà e mamma, non vedo l’ora!“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ambra Angiolini parla della sua storia d’amore con Massimiliano Allegri: “Mi interessa soltanto una cosa: sapere che tornerà sempre da me”

next
Articolo Successivo

Difesa degli animali, Brigitte Bardot contro il ministro dell’Ecologia: “Rammollito e codardo” Lui: “Manipolatrice”

next