Tom Cruise ha scoperto solo nel 2006, a 44 anni, che online si potevano trovare filmati porno. Sembra una barzelletta. E magari lo è. Ma la fonte non è proprio quella del gossip più fanfarone. Durante il The Late show with Stephen Colbert, il regista Judd Apatow ha confessato che il protagonista di Top Gun era totalmente all’oscuro di qualsiasi portale di film per adulti online fino a quando il collega e amico Seth Rogen glielo ha spiegato.

La scenetta riportata dal cinquantenne regista e produttore di commedie di grande successo è questa. Mentre stava girando assieme a Rogen il film Molto incinta (Knocked Up), Cruise raggiunge il set per parlare con Apatow di una possibile commedia romantica con lui protagonista. All’epoca Rogen era pressoché uno sconosciuto nel mondo del cinema, ma essendo il protagonista del film finì a parlare con Cruise e Apatow attorno ad un tavolo durante una pausa di lavorazione. Rogen, con il suo modo un po’ gigione e fracassone di fare, cominciò a parlare di marijuana e pornografia su Internet.

A quel punto Cruise lo guarda strabuzzando gli occhi: “Cosa? Stai dicendo che ci sono film per adulti su internet?”. Rogen risponde imperturbabile: “Sì, ci sono tutti questi film su questi siti web”. E Cruise: “Aspetta un attimo. Stai dicendo che se vado al computer, sul world wide web, ci sono persone che fanno sesso?”. Finale col botto. Rogen: “Ma certo io guardo porno su Internet ad ogni momento. Tutti lo fanno, non è più un grosso problema oggi”.

Chiaro, Apatow spiega ad uno Stephen Colbert piuttosto divertito, che non è mai stato sicuro al 100% del fatto che all’epoca Cruise non avesse mai sentito parlare di porno online. “Magari è stato molto educato, ma chi lo sa?”, ha concluso Apatow. Insomma niente di più adeguato per Tom Cruise, in questi giorni nelle sale Usa con Mission: Impossible – Fallout, il riferimento ad un film diretto proprio da Judd Apatow: 40 anni vergine.