“Io non aderisco a quell’idea politica per cui bisogna fare tutto per liberarsene. Allora, siccome bisogna liberarsene, la regaliamo al primo acquirente che passa . Non aderisco a quell’idea politica. Quindi chi ha fretta di regalare quello stabilimento al primo che passa faccia pure, ma quella fretta non risiede in questo Governo”. Così il ministro dello Sviluppo e del Lavoro, Luigi Di Maio, al termine del tavolo Ilva. “Io voglio vederci chiaro fino alla fine – ha aggiunto – Mi sono letto 23 mila pagine e avevo ragione perché ho trovato delle criticità”