È passata una settimana esatta dal salvataggio di Josefa e dal ritrovamento di due migranti morti in mare, come documentato dalla Ong Open Arms, che aveva accusato la guardia costiera libica.  Il ministro dell’Interno Matteo Salvini aveva però bollato come ‘fake news’ il racconto della Ong, annunciando sul caso una versione dei fatti mai arrivata. Salvini, intervenuto alle celebrazioni alla scuola centrale antincendio a Roma, continua a difendere a spada tratta i libici: “Onore alla guardia costiera libica” e sulle notizie riportate da Il Fatto Quotidiano sulle pratiche messe in atto dai libici di affondare i gommoni con i migranti ancora a bordo afferma: “Non mi fido delle interviste anonime”. Sta di fatto che anche oggi Matteo Salvini non fornisce, nonostante le sollecitazioni dei giornalisti una versione di come sia stato possibile che i migranti siano stati lasciati in mare

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Successivo

Decreto Dignità, l’emendamento Pd sugli indennizzi ai licenziati resiste. Ma non è colpa del Pd: “E’ un richiamo tecnico”

next