“Ora cari Matteo Salvini e Danilo Toninelli, che fate? Denunciate Il Fatto Quotidiano?”. Il deputato di Liberi e Uguali Nicola Fratoianni chiede conto al ministro dell’Interno e al titolare del Mit di quanto fonti militari italiani hanno rivelato a Fabrizio D’Esposito e Antonio Massari: la Guardia costiera libica affonda i barconi con i migranti a bordo. “Andate alla ricerca delle fonti militari italiane che evidentemente schifate dalle pratiche libiche iniziano a raccontare la verità?”, chiede il segretario nazionale di Sinistra Italiana, retwettato da Nichi Vendola.

È l‘unica reazione politica all’esclusiva pubblicata oggi 21 luglio dal Fatto Quotidiano. Il Viminale replica a Open Arms ma rimane in silenzio su questo punto, nonostante avesse promesso delle prove su quanto accaduto a circa 80 miglia dalle coste libiche, dove la ong spagnola ha salvato una donna camerunense di 40 anni, Josefa, in acqua da 48 ore, e ha trovato il cadavere di un’altra donna e di un bambino. Se il governo tace, a non reagire è anche tutta l’opposizione, compreso il Partito democratico.

L’esclusiva – Barconi affondati mentre i migranti sono ancora a bordo. È questo quello che fonti militari hanno raccontato al Fatto: accade nelle acque del Mediterraneo quando la Guardia costiera libica interviene per i soccorsi. Il motivo: quando le motovedette libiche si avvicinano ai barconi, i migranti, che non vogliono essere riportati in Libia, rifiutano di essere trasportati sulle imbarcazioni della Guardia costiera. E a quel punto, per convincerli ad accettare il soccorso, è ormai prassi che i militari libici inizino le operazioni per affondare la barca. Una prassi disumana, che s’è ripetuta in parecchi salvataggi, rivelata al Fatto, con la promessa dell’anonimato.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Consip, Gianpaolo Scafarto assessore per Forza Italia. Indagò su Tiziano Renzi: “Strano? Nessuna velleità politica”

prev
Articolo Successivo

Dl Dignità, gli emendamenti di M5s-Lega: assunzioni in centri per l’impiego, norma “salva supplenti” e via tassa sulle e-cig

next