“Savona deve dimettersi? È un’indagine che già conoscevamo“. Così il vicepremier Luigi Di Maio, dopo l’inchiesta che ha coinvolto il ministro degli Affari Europei Paolo Savona, indagato a Campobasso per usura bancaria. Poche parole da parte di Di Maio, che ha lasciato Palazzo Chigi per pranzare dopo il vertice sulle nomine: “Un’ottima notizia”, ha poi rivendicato, in merito all’intesa raggiunta sul vertice di Cassa depositi e prestiti

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

No Tap, attivisti contestano la ministra Lezzi: “Non hai bloccato il gasdotto, vergogna. Sei come Bellanova”

next
Articolo Successivo

Tito Boeri, il tecnico ‘super partes’ che si schiera con il Capitale

next