Un gruppo di attivisti no Tap, che si oppongono all’ approdo nel Salento del gasdotto, ha contestato la ministra per il Sud, Barbara Lezzi, durante un dibattito all’Università, accusandola di avere disatteso alle promesse fatte durante la campagna elettorale di bloccare la realizzazione del gasdotto. A conclusione dell’intervento della ministra nel campus urbano di UniSalento il gruppo di attivisti presenti in aula ha manifestato ad alta voce contro la ministra del M5s. “Melendugno e il Salento ti ringraziano Barbara – hanno gridato esibendo uno striscione – Sei peggio della Bellanova. Vergognati”. La breve protesta è poi continuata all’esterno quando la ministra in auto ha lasciato l’università col figlioletto scortata dalle forze dell’ordine

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti: le politiche di Salvini sono disumane, illecite e sbagliate

next
Articolo Successivo

Paolo Savona indagato, Di Maio: “Deve dimettersi? Inchiesta che conoscevamo già. Accusa grave? È atto dovuto”

next