Sul Fatto Quotidiano in edicola domani 19 luglio il direttore Marco Travaglio intervista il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Due pagine di intervista esclusiva su ciò che è stato fatto dal governo e ciò che si appresta a fare. Ecco una breve sintesi.

“Ho incontrato Beppe Grillo soltanto una volta, in campagna elettorale, dopo la presentazione della squadra degli aspiranti ministri 5Stelle. Mi ha detto: ‘Ah, tu fra tutti sei quello normale…’. Forse perché sono un po’ paludato, sempre in giacca e cravatta. Il mio modello di premier? Aldo Moro”.

Per la prima volta da quando è diventato presidente del Consiglio, Giuseppe Conte spiega nel dettaglio i suoi rapporti con i due vicepremier Salvini e Di Maio, racconta retroscena di queste prime settimane al governo e spiega quali erano le sue idee politiche (e per chi votava) prima di avvicinare il Movimento Cinque Stelle.

Tra i tanti retroscena della una lunga intervista curata dal direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio: come Conte ha conosciuto Maria Elena Boschi, gli scontri dentro il Consiglio europeo a Bruxelles, i rapporti con Emmanuel Macron. Il premier annuncia anche le prossime mosse sui migranti e sulla Libia, rivela i contenuti di una nuova lettera spedita a Bruxelles dopo la condivisione dei 450 migranti sul barcone arrivato a Pozzallo e una importante iniziativa che riguarda la Libia che sarà pronta in autunno. Due pagine di intervista a Giuseppe Conte.

Leggi l’integrale