Alessandro Narducci, giovanissimo e promettente chef dell’Acquolina al Fleming di Roma, è morto questa notte in un incidente stradale. Narducci era a bordo di uno scooter insieme un’amica di 25 anni, anche lei rimasta uccisa nello scontro con una Mercedes Classe A. La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine per omicidio stradale per la morte dello chef. Il pm Pietro Pollidori è in attesa di una prima informativa dalle forze dell’ordine. Oggi verrà effettuato anche un primo esame esterno sui corpi delle vittime. Narducci, classe 1990, aveva cominciato la sua esperienza in cucina al Convivio di Troiani per poi arrivare a far parte dello staff del ristorante Social degli Emirati Arabi sotto la guida di Heinz Beck. Tornato a Roma era diventato chef all’Acquolina.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

XXXTentacion morto, arrestato un 22enne: è accusato di omicidio di primo grado

prev
Articolo Successivo

Antonio Lubrano, che fine ha fatto il ‘difensore civico’ più amato dai telespettatori?

next