Alessandro Narducci, giovanissimo e promettente chef dell’Acquolina al Fleming di Roma, è morto questa notte in un incidente stradale. Narducci era a bordo di uno scooter insieme un’amica di 25 anni, anche lei rimasta uccisa nello scontro con una Mercedes Classe A. La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine per omicidio stradale per la morte dello chef. Il pm Pietro Pollidori è in attesa di una prima informativa dalle forze dell’ordine. Oggi verrà effettuato anche un primo esame esterno sui corpi delle vittime. Narducci, classe 1990, aveva cominciato la sua esperienza in cucina al Convivio di Troiani per poi arrivare a far parte dello staff del ristorante Social degli Emirati Arabi sotto la guida di Heinz Beck. Tornato a Roma era diventato chef all’Acquolina.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

XXXTentacion morto, arrestato un 22enne: è accusato di omicidio di primo grado

next
Articolo Successivo

Antonio Lubrano, che fine ha fatto il ‘difensore civico’ più amato dai telespettatori?

next