Non necessita invece di alcuna presentazione il lavoro di Luca Bigazzi, pluripremiato direttore della fotografia e firmatario di alcuni tra i più suggestivi tagli di luce del cinema italiano contemporaneo, protagonista assoluto del secondo fra i dialoghi con gli autori in programma al Liff. L’appuntamento con Bigazzi giungerà in coda alla visione de Il Divo, summa artistica del premio Oscar Paolo Sorrentino – di cui il dop milanese è storico collaboratore – incentrata attorno alla parabola politico-esistenziale di Giulio Andreotti nonché pellicola ambasciatrice della categoria più social della rassegna. Alcune tra le proiezioni del festival, infatti, sono state indicate nelle scorse settimane direttamente dal pubblico, chiamato a eleggere tramite sondaggio online cinque capolavori di un passato tutto da riscoprire.

Agli immancabili omaggi per i recentemente scomparsi Miloš Forman e Isao Takahata – ricordati dalle loro più celebri opere: Qualcuno volò sul nido del cuculo e di Una tomba per le lucciole – si andranno così ad affiancare le celebrazioni per i 100 anni del maestro svedese Ingmar Bergman – festeggiato con i toni misterici di Persona – e per i 50 anni dell’iconico C’era una volta il West di Sergio Leone.

A chiudere la settimana del Liff saranno poi due eventi semplicemente imperdibili, alfa e omega di una manifestazione che si conferma capace di collezionare sentimenti cinematografici assai disparati, combinandoli all’interno di una tavolozza davvero ricchissima. Ecco dunque che l’apertura ufficiale del festival sarà affidata a Il vento, film muto di Victor Sjostrom – l’Isak Borg dell’intensissimo Il posto delle fragole del già citato Bergman – musicato dal vivo dalla pianista e compositrice Francesca Baldini. Per quanto riguarda l’au revoir di domenica sera, prima di salutare il pubblico con la proiezione de La donna che visse due volte di Alfred Hitchcock in versione originale 35mm, la redazione di Longtake premierà il vincitore della II° edizione del Concorso per giovani critici cinematografici non professionisti dedicato a Marco Valerio, giornalista pubblicista e redattore della testata diretta da Andrea Chimento, tragicamente scomparso il 5 ottobre 2016, a soli 33 anni.

Primo dizionario online di Cinema in Italia, LongTake nasce e cresce come testata di critica e divulgazione della Settima Arte. Tutte le proiezioni saranno in lingua originale con sottotitoli in italiano. 

INDIETRO

Liff 2018: a Milano dal 20 al 24 giugno inediti, capolavori e grandi omaggi

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Il sacrificio del cervo sacro, il nuovo film di Yorgos Lanthimos arriva in sala – Clip in esclusiva

prev
Articolo Successivo

L’affido, thriller compatto e asciutto con finale alla Shining che ha vinto il leone d’argento a Venezia

next