“Chi stava lavorando allo stadio della Roma lo conosco personalmente come una persona perbene, ora è nelle patrie galere. Spero possa dimostrare la sua innocenza”. Così Matteo Salvini, intervenendo nel corso dell’assemblea di Confesercenti, in merito all’inchiesta sullo Stadio della Roma, che ha portato a nove arresti, compresi l’imprenditore Luca Parnasi (in carcere) e il presidente di Acea e consulente del M5s Luca Lanzalone (ai domiciliari). “C’è complicazione nel settore pubblico: il codice degli appalti, la legge contro il caporalato, il proliferare di leggi, codici e burocrazia aiuta chi vuole fregare il prossimo”, ha poi rivendicato il vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini.