Durante il suo tour in Sicilia, Matteo Salvini, alla sua prima domenica da ministro dell’Interno, ha improvvisato un comizio davanti all’albergo di Catania. E lì davanti, alla folla radunata per il leader della Lega, ha ribadito i capisaldi del programma di governo. Alzando i toni, come sempre, soprattutto sul tema dei migranti. “Va bene accogliere persone che fuggono dalla guerra – ha detto – ma l’Africa in Italia non ci sta”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Governo Conte, perché è importante un Ministero per il Sud

prev
Articolo Successivo

Governo, il racconto di Carlo Cottarelli: “Tre notti insonni, due libri in valigia e otto donne nel governo”

next