Una persona è morta e un’altra è rimasta gravemente ferita nello schianto di un aereo da turismo caduto sabato in Trentino sul Monte Croce, nella catena del Lagorai, sulle Dolomiti. La vittima, un pilota di 48 anni, si trovava a bordo del velivolo con un’allieva di 25 anni. I due, entrambi altoatesini, sono rimasti intrappolati all’interno dell’aereo. L’uomo è stato liberato, ma ormai non c’era già più nulla da fare e i tentativi di rianimazione sono stati inutili. La ragazza è stata estratta con le pinze idrauliche in condizioni critiche e immediatamente trasportata in elicottero all’ospedale di Bolzano.

L’allarme è stato lanciato intorno alle 11 da alcuni escursionisti che hanno chiamato i soccorsi per segnalare l’avvistamento di un velivolo perdere quota e scomparire verso la catena del Lagorai. Il mezzo, partito da Bolzano e diretto e Trento, si è schiantato in un canalone in località Busa delle Marmotte, poco distante da Malga Fregasoga a quota 2.188 metri di altitudine. Sul posto sono arrivati anche i Vigili del fuoco per evitare che il mezzo, pieno di carburante, prendesse fuoco. I Carabinieri stanno indagando per determinare le cause dello schianto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Napoli, obbligo di tre multe al giorno per i controllori dell’Eav. Il presidente: “Lo farò anche io”

next
Articolo Successivo

Il mio nemico, nella docu-serie di Sky il racconto della guerra in Libia e di due infiltrati in una cellula Isis

next