La storia l’aveva già raccontata: Harvey Weinstein le chiese un massaggio in una camera d’albergo che lei si rifiutò di fargli. Ora Gwyneth Paltrow è tornata sull’argomento durante un’intervista nel programma radiofonico di Howard Sternè, Sirius XM.

L’attrice ha raccontato di come quella proposta l’abbia scioccata anche perché al tempo aveva 22 anni è stava per ottenere la parte in Emma, il film che l’avrebbe fatta diventare una star. Era il 1996 e Gwyneth era fidanzata con Brad Pitt al quale raccontò di questo episodio: “Non sapevo cosa fare, sapevo che non mostrandomi accomodante avrei rischiato di bruciarmi la carriera, così ne parlai a Brad, che mi disse avrebbe affrontato Weinstein”. E Brad affrontò davvero il produttore: “Una sera io e Brad andammo a Broadway per l’inaugurazione di Hamlet e c’era anche Harvey. Ricordo che Brad si avvicinò a lui e sembrava dovesse attaccarlo al muro da un momento all’altro, ma riuscì a mantenere il controllo. Gli disse “Se la farai sentire di nuovo a disagio io ti ucciderò”, o qualcosa di simile””.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Aurora Ramazzotti: “Il paragone con mia mamma? L’ultimo episodio in un negozio: uno mi ha fatto capire quanto facessi schifo rispetto a lei”

next
Articolo Successivo

Francesco Mandelli, dopo I soliti Idioti, le sue imitazioni della Dark Polo Gang e di Sfera Ebbasta sono tutte da ridere

next