È quasi fatta per Carlo Ancelotti. Dopo il vertice di martedì a Roma con Aurelio De Laurentiis, durato oltre tre ore, l’ex allenatore del Bayern è vicinissimo a firmare per il Napoli. Un’accelerazione improvvisa nella trattativa, che sembra portare verso un biennale da 6,5 milioni l’anno con opzione sul terzo anno per Ancelotti, che da giorni era dato in pole per sostituire il partente Maurizio Sarri.

Una proposta che sembrerebbe soddisfare le richieste del tecnico, che vorrebbe inserire anche una clausola rescissoria (circa 5 o 6 milioni di euro). Ancelotti avrebbe anche chiesto rassicurazioni per il progetto futuro e la conferma di gran parte dei top player della squadra come Koulibaly, Insigne, Albiol, Callejon e Milik, tutti molti graditi al tecnico di Reggiolo. Oggi potrebbe quindi anche arrivare il contestuale esonero di Sarri, a quel punto libero di firmare per un altro club, Zenit in primis o Chelsea in seconda battuta.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Milan, Uefa dice no al patteggiamento per i conti in rosso: la società rischia l’esclusione dall’Europa League

prev
Articolo Successivo

Diritti tv, quel pasticciaccio brutto di via Rossellini: Malagò perde, Mediapro all’angolo, Sky in agguato, povera Serie A

next