“Sono giornate politiche complesse e impegnate, due giorni fa sono stata eletta nell’ufficio di presidenza del gruppo della Camera: io continuo il mio percorso, mentre Simone è al Grande Fratello”. A parlare è Stefania Pezzopane, deputato in carica per il Partito Democratico, salita agli onori della cronaca rosa per la sua storia con Simone Coccia Colaiuta, di ben 24 anni più giovane di lei. L’ex muratore e spogliarellista, martedì scorso, è entrato nella Casa del Grande Fratello con un costumino aderente alla Borat e ha fatto scalpore. “Lui fa il suo lavoro e raggiunge i suoi obiettivi in televisione, mentre io porto avanti la mia professione: questa è la forza di una storia importante, che riconosce l’uno all’altro il suo spazio e la sua autonomia. Simone è lì e sta al gioco della trasmissione, che non è esattamente impegnativa ma è leggera, leggerissima, molto legata al gioco, al gossip e alla ricerca di situazioni equivoche e provocatorie. È così ed è sempre stato così: Simone ha giocato la sua parte e ha attirato le attenzioni su di sé”, risponde la Pezzopane a ilfattoquotidiano.it.

Le dà fastidio il gossip sulla sua vita?
Francamente non immaginavo tutta questa attenzione così morbosa nei confronti di una storia che dura da quattro anni. È un’attenzione esagerata, ma ne prendo atto e in parte stiamo al gioco. Chiaramente credo che puntino tutto sul fatto che io sia una esponente politica perché spesso alla politica si riversa un’attenzione spietata. Se fossi stata una commessa o un’architetto, ci sarebbe solo un’attenzione locale, come capita spesso nelle storie dove c’è una donna più grande dell’uomo.

Crede che ne approfittino per attaccarla politicamente?
Certamente. Molto spesso creano ad arte delle situazioni ambigue e cercano di mettere in ombra il mio lavoro. Questo ormai l’ho messo in conto e in questi anni ho dovuto lavorare doppio per dimostrare il mio valore. Sono stata rieletta alle ultime edizioni e sono contenta che le persone, sia all’interno del partito sia fuori, abbiano apprezzato il mio lavoro. L’impegno politico e istituzionale viene prima di tutto.

Ma torniamo a Simone. Avevano scritto che la vostra storia fosse finita.
Non so come possa essere nata questa voce. La nostra storia dura da quattro anni ed è una storia senz’altro viva, forte.

Lui ha detto di aver avuto 2mila donne, non la infastidisce?
Lui fa riferimento alla sua storia antecedente al nostro incontro e non ci metto bocca, così come non permetto a lui di metter becco sulla mia vita prima di incontrarlo. Questa era una cosa che lui aveva già raccontato altrove: dato che faceva le serate, gli spogliarelli e lavorava come modello, aveva una vita molto movimentata. Ovviamente ripeterla in quel contesto, in prima serata davanti a milioni di spettatori, ha scatenato un polverone.

Si è anche parlato di presunte avances avanzate all’altra concorrente, Lucia Bramieri.
Anche quella è una storia già nota da tempo. Si parla di messaggini, niente di che. Insomma, storie trite e ritrite e per me già archiviate, ma tutto fa spettacolo.

Prima o poi vi sposerete?
Abbiamo attraversato un 2017 molto difficile nelle nostre rispettive famiglie con due terribili decessi. Abbiamo passato un periodo davvero triste, tanto che abbiamo deciso di accantonare ogni altro tipo di progetto. Prima o poi succederà, ma ormai conviviamo, non servono atti formali.