Ha lanciato la cagnolina del figlio quindicenne dal settimo piano. Poi è sceso in strada, ha visto che i poliziotti stavano confortando il ragazzino in lacrime e ha iniziato a colpire gli agenti con calci e pugni. “Tutte ‘ste pagliacciate… E’ solo un cane”, ha urlato in preda alla rabbia. L’uomo è stato poi immobilizzato a fatica, anche con l’aiuto dello spray al peperoncino, e denunciato per maltrattamenti su animali e resistenza a pubblico ufficiale.

E’ accaduto a Roma, vicino al parco di Tor Carbone. Il 44enne, ancora per cause da chiarire, ha preso per il collo il cagnolino del figlio, un esemplare femmina di Jack Russell, e lo ha buttato giù dalla finestra facendolo volare nel vuoto per oltre venti metri. Tutto davanti agli occhi del ragazzino.

A chiamare i poliziotti sono stati alcuni vicini di casa che hanno sentito le urla disperate del ragazzino e lo hanno visto in strada mentre teneva in braccio il Jack Russell ormai esanime. Ma mentre gli agenti tentavano di consolarlo, il padre è uscito dal palazzo ed è andato ancora di più in escandescenze. Ha iniziato a insultare i poliziotti e a colpirli con calci e pugni. Nemmeno lo spray al peperoncino utilizzato da un agente è riuscito a fermarlo: l’uomo ha danneggiato le auto delle forze dell’ordine e, una volta arrivato in commissariato, ha cercato di ferirsi. Alla fine è stato denunciato dagli agenti del Reparto volanti e del commissariato di Tor Carbone.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Monza, spara in strada alla moglie e poi si costituisce ai carabinieri. La donna è morta prima dell’arrivo in ospedale

prev
Articolo Successivo

Parco nazionale d’Abruzzo, giovane orso muore dopo l’iniezione per la cattura

next