Secondo il governo britannico, l’ex spia russa Sergey Skripal e la figlia Yulia sono stati avvelenati con l’agente nervino Novichok, un veleno letale. Il Novichok, il cui nome significa letteralmente “nuovo venuto”, è un’arma chimica composta da potenti e mortali complessi chimici sviluppati per ordine del governo sovietico negli anni ’70 e ’80, alcuni dei quali sarebbero stati usati dall’esercito sovietico negli anni Novanta. Tutto ciò che si sa di queste sostanze è stato rivelato da soldati disertori, che hanno rivelato l’esistenza di programmi segreti.

Si ritiene che gli agenti Novichok siano stati creati dall’Istituto statale di ricerca scientifica sulla tecnologia e chimica organica, con l’obiettivo, secondo gli esperti, di aggirare i divieti imposti all’uso di armi chimiche producendo sostanze con nuove strutture non individuabili. “La scienza esatta e il modo d’azione degli agenti Novichok non sono pienamente comprese a questo punto, essi costituiscono la classe ‘più nuova’ di agenti nervini”, ha spiegato Michelle Carlin, specialista della Northumbria University britannica. Il governo britannico non ha rivelato come l’agente nervino sia stato somministrato agli Skripal, ma Vil Mirzayanov, disertore che ha parlato al Daily Mail, ha detto che “probabilmente” è stato vaporizzato.

L’agente nervino si presenta infatti, come una polvere sottilissima, costituita da varie componenti, mescolate in anticipo dall’assassino o dagli assassini. Dopo che gli Skripal sono stati trovati privi di coscienza domenica 4 marzo su una panchina a Salisbury, il governo britannico ha chiesto a chi avesse visitato quell’area di lavare i vestiti e gli oggetti, lasciando intendere che possa essere avvenuta una lieve contaminazione. Gli agenti nervini, come anche i più noti VX e Sarin, inibiscono i neurotrasmettitori, bloccando di fatto il controllo dei muscoli, causando prima spasmi e salivazione eccessiva, poi paralisi, infine la morte per arresto respiratorio o cardiaco.

Secondo gli esperti, gli agenti Novichok sono molto più potenti di VX e Sarin. “È un agente molto più pericoloso e sofisticato di Sarin o VX, ed è più difficile da identificare”, spiega Gary Stephens, esperto di farmacologia all’università di Reading vicino Londra. Per il disertore Mirzayanov, la potenza è “almeno 10 volte maggiore rispetto a qualsiasi altro agente nervino noto, inoltre è praticamente incurabile”. A proposito di Skripal e della figlia, ha detto anche: “Sono andati, anche se sopravvivessero non si riprenderebbero”. Anche perché, ha spiegato, i medici non sanno quali trattamenti usare per ripristinare il funzionamento dei neurotrasmettitori e le funzioni muscolari. Il poliziotto che li ha trovati è stato curato in terapia intensiva, e ora è in grado di sedersi e parlare. Parlando alla Camera dei comuni lunedì, la prima ministra britannica Theresa May ha detto che è noto che la Russia abbia usato l’agente Novichok in precedenza.