Professione, agente immobiliare. Ma solo per copertura. Perché Anna Chapman era una spia russa, arrestata a New York nel giugno del 2010 ed espulsa dagli Stati Uniti. Oggi si parla di lei, a distanza di sette anni, dopo che un’altra spia russa, Sergei Kripal, è stata trovata in stato di incoscienza su una panchina in un centro commerciale in Inghilterra. Kripal era stato arrestato in Russia nel 2004 con l’accusa di aver fornito all’MI6 le identità di agenti russi operativi in Europa e quindi condannato due anni dopo a 13 anni di carcere per alto tradimento. Era stato poi trasferito in Gran Bretagna dopo essere stato scambiato nel 2010 con alcuni informatore russi dormienti negli Stati Uniti. Tra loro c’era anche Anna Chapman, e oggi si torna a parlare di lei. Anna la Rossa. Una vita di lusso, tra hotel a cinque stelle e selfie dove si mostra in tutta la sua bellezza. In patria è famosissima, grazie alla sua attività su Instagram, dove ha 109mila follower e a quella di conduttrice tv e modella.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Vent’anni di Grande Lebowski: il film che fu subito cult

prev
Articolo Successivo

È Jeff Bezos l’uomo più ricco del mondo. Secondo posto per Bill Gates, 76esimo Donald Trump

next