In circa 300 ieri hanno partecipato al presidio antifascista indetto da Potere al Popolo a Perugia, in piazza IV novembre, per esprimere solidarietà nei confronti dei due militanti del movimento aggrediti e feriti mentre affiggevano manifesti elettorali a Ponte Felcino, nella periferia del capoluogo umbro. “I mandanti sono le istituzioni democratiche e il ministro dell’Interno, che dovrebbero vigilare sul rispetto della Costituzione e sciogliere le istituzioni neofasciste – è stato detto negli interventi – ma soprattutto impedire loro di partecipare alle elezioni che sono il momento più alto della democrazia. Non vogliamo aspettare la prossima aggressione”. A sollevare polemiche è stata anche la mancata presa di posizione del sindaco della città, Andrea Romizi: “È grave che il primo cittadino e le istituzioni regionali non si siano espresse, auspichiamo di vederle in piazza”. Il mondo della sinistra umbra ha infatti annunciato una grande manifestazione antifascista per domenica: “Il fascismo è il contrario della democrazia”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni, Amnesty: “Italia intrisa d’odio e razzismo. 95% delle frasi xenofobe dal centrodestra”. Salvini in vetta, Meloni 2a

next
Articolo Successivo

Elezioni, Bindi: “La lotta alla mafia rimossa dalla campagna elettorale. Fanno comodo i suoi voti”

next