Tareq Rajjal, general manager del centro Amazon a Passo Corese (Rieti), e Salvatore Iorio, responsabile delle risorse umane, aprono le porte del nuovo stabilimento in Italia e ne spiegano i dettagli: dalla tecnologia robotica per lo spostamento delle scaffalature alle condizioni dei lavoratori.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Embraco, inutile indignarsi. È il modello di mercato che ci siamo scelti

prev
Articolo Successivo

Inps: “Nel 2017 contratti stabili calati di 117mila unità. Su di 537mila i precari. E sale del 120% il lavoro a chiamata”

next