“Vi ringraziamo per l’invito ma l’altro giorno il capo politico Di Stefano ha tranquillamente affermato che CasaPound è l’erede storico del fascismo italiano, questo lo porta fuori dall’ambito costituzionale e dalle leggi italiane”. Così, con queste parole, la candidata alle elezioni del 4 marzo di Potere al popolo Antonella Marras ha abbandonato gli studi della trasmissione “Voto o non voto?” in onda su Primocanale. In programma un dibattito anche con l’esponente di CasaPound Marco Mori. “Due settimane fa hanno accoltellato un ragazzo. CasaPound è un’organizzazione criminale. Fomenta la guerra tra poveri e arma le braccia di terrroristi quali Luca Traini, noi vi ringraziamo ma abbandoniamo la trasmissione” ha spiegato.  “Non entro in polemica. Se qualche volta si ascoltassero i contenuti si potrebbe anche cresere tutti quanti insieme. La democrazia è ascoltarsi l’uno con l’altro e non insultarsi a vicenda” è stata la replica di Mori.

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni, Bonino: “Gentiloni bis? Basta fantapolitica”. E sulle larghe intese: “Noi sosterremo governo europeista”

next
Articolo Successivo

Elezioni, Berlusconi agli industriali: “Non sono un politico. La politica mi ha sempre fatto schifo”

next