Silvio Berlusconi illustra il programma di governo del centrodestra e non mancano le sorprese. Per il leader di Forza Italia la flat tax “ridurrà di molto la necessità di evadere” che secondo l’ex Cavaliere ammonta a ottocentomila euro. Numeri incerti anche sulla sua precedente azione di governo, che ricorda spesso durante il suo lungo intervento: “Io portai le pensioni a mille lire e bastavano – afferma Berlusconi tra i brusii in sala – ma poi – continua Berlusconi – è arrivato l’Euro”. Allarme sui migranti: “Ci sono 630mila clandestini. Una signora che ha subito un furto in casa, mi ha detto che aveva mezzo litro d’olio, si sono bevuti anche quello. Gli hanno trovato le impronte sulle labbra”. Infine Berlusconi afferma che “oggi in Italia la sfida è tra il centrodestra ed il Movimento 5 stelle”. E nel suo discorso non mancano battute, sondaggi ‘animalisti’, annunci sulla disponibilità di Carlo Cottarelli a far parte della sua squadra di governo: “L’ho sentito al telefono ieri, mi ha ringraziato e confermato la sua disponibilità”. Ma su questo punto viene smentito subito dopo dal diretto interessato: “Vorrei quindi chiarire di non aver dato la mia disponibilità a nessun schieramento a partecipare in qualunque forma a un futuro governo – ha detto l’ex commissario alla spending review, che ha precisato di proseguire la sua attività “di visiting professor” alla Bocconi e “di direttore dell’Osservatorio sui conti pubblici. In questa veste – ha concluso – continuerò a commentare in modo imparziale il dibattito sui conti pubblici”.