Nonostante il seggio di Bolzano sia sicuro, anzi blindato dai voti del Südtiroler Volkspartei, non c’è verso di impedire a Maria Elena Boschi di fare campagna elettorale. Il weekend inizia al Club Rodigino, nel quartiere popolare don Bosco. E mentre in piazza si prepara a partire la sfilata dei carri del quartiere, al Club fondato nei primi anni ’70 da alcuni residenti originari di Rovigo si cucinano cozze e si beve alla salute della Boschi e dell’altro candidato Pd alla Camera, Gianclaudio Bressa. Una buona notizia per l’ex ministra di Renzi: “Sono qui da 47 anni e il tedesco non mi interessa”, spiega un bolzanino di Reggio Calabria. “E vorrei vedere, questa è ancora Italia. Anche se gli amici della Boschi non vorrebbero”, chiude riferendosi al SVP che porterà i voti necessari per eleggere l’aretina nel collegio uninominale di Bolzano

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni, così la Lega prova a prendersi il Sud: il mix di riciclati e volti nuovi può valere 25 seggi dall’Umbria alla Sicilia

next
Articolo Successivo

Corteo Macerata, Salvini: “Da italiano mi vergogno”. Sala: “Il Pd? E’ sempre meglio esserci”. Grasso: “Dem deboli sul tema”

next