Nel tardo pomeriggio di ieri, allo ‘Spazio Altraeconomia’ a Roma, il Pd ha apertura la campagna elettorale con il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. Un incontro riservato a volontari, militanti ed iscritti del partito di Roma e del Lazio. Gentiloni, candidato al collegio Lazio-1 e Zingaretti, in corsa per il secondo mandato da Presidente delle Regione, tra i pochi a guidare una coalizione di centrosinistra che vede anche la partecipazione di ‘Liberi e Uguali’, forte di sondaggi che lo danno intorno al 4%. I due nei loro discorsi hanno tenuto a ricordare il ruolo del Partito Democratico come forza credibile di governo, ma entrambi non hanno mai pronunciato il nome dell’attuale segretario Matteo Renzi. E proprio i retroscena raccontano, che dopo il caos liste, gli ‘orlandiani’ guardino proprio a Nicola Zingaretti quale possibile nuova guida per la segreteria nazionale del partito, se alle politiche i dem a guida renziana, dovessero affermarsi al di sotto della ‘soglia Bersani’, ovvero sotto il 25% che il partito conquistò nel 2013. Fantapolitica? Chissà. Intanto in molti tra i militanti dem intervistati apprezzano questa ipotesi: “Gentiloni e Zingaretti sono due risorse per il partito e in potrebbero guidare il Pd a livello nazionale”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Elezioni, Civati (Leu): “Larghe intese post voto? Dobbiamo chiedere ai nostri elettori cosa fare, come avviene in Germania”

next
Articolo Successivo

Elezioni, Bonino a D’Alema: “Non sono renziana, ma oggi l’avversario non è il Pd, ma Salvini e Di Maio”

next