Dopo Fedez, tocca a Emma. Saranno i versi delle sue canzoni i protagonisti dei bigliettini dei Baci Perugina. Sono 33 le frasi tratte dalle canzoni della cantante salentina e raccolte nella speciale edizione Autografi d’Amore. Una cosa da indignazione facile, questa qua. “Ah, come siamo scesi in basso, prima il rapper tatuato, ora la cantante del talent show”. Commenti così, da indignazione facile, appunto. E invece, signora mia, da indignarsi c’è ben poco. Intanto perché siamo nell’epoca della citazione reperibile senza sforzo: grazie a Wikiquote o a siti simili, le frasi più belle dei grandi scrittori sono a portata di tutti, tanto che spesso vengono usate a sproposito (avete presente la combinazione ‘selfie + frase di Proust presa a caso così sembro colta e profonda’?). Poi perché è evidente la scelta dei Baci Perugina di ringiovanire il target di riferimento, puntando su artisti che ai giovani piacciono. Infine, terzo ma non ultimo motivo, c’è davvero qualcuno che prende seriamente i bigliettini dei Baci? Il successo di questo prodotto sta nel bigliettino? Perché la verità è che il cioccolatino è buonissimo e sarebbe buonissimo anche se le frasi nei bigliettini fossero scritte da Pagliaccio Baraldi in combutta con Krusty il clown (nessuno ha preso un euro per dire questa cosa ed è pure superfluo dirlo vista l’estrema popolarità del prodotto di cui si parla. Ma non si sa mai). Un cioccolatino buonissimo messo in tubi che viene facile regalare. Dentro, poi, ci sono delle frasette d’amore, brevi brevi. E c’è quasi da essere felici che siano frasette d’amore di Fedez o di Emma. Sempre meglio che scomodare Hemingway, o Fitzgerald, o Fante.