Il suo assassino lo ha raggiunto lungo la pista ciclabile che costeggia il ponte di San Giorgio, l’ingresso più conosciuto della città. E lì lo ha ammazzato con una coltellata. Un solo fendente, dritto al cuore.

È stato ammazzato così, a Mantova, un 57enne. L’uomo, un italiano residente nella città virgiliana, è stato trovato ancora agonizzante da un passante attorno alle 9.30 di mercoledì. Al loro arrivo, i soccorsi hanno potuto solo constatarne il decesso. Accanto alla vittima c’era un coltello di ridotte dimensioni, probabilmente l’arma del delitto. Sul luogo sono in corso gli accertamenti da parte dei carabinieri.

La ciclabile costeggia il ponte di san Giorgio, che attraversa il lago di mezzo e collega la città con la zona dove c’è un parcheggio scambiatore, ed è un tratto abbastanza frequentato soprattutto nelle ore mattutine.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Verona, clochard muore carbonizzato: due minori sotto inchiesta. “Era uno scherzo”

next
Articolo Successivo

Mantova, agguato sulla pista ciclabile: commerciante ucciso a colpi di pistola

next