“Ho assistito a questa scena con i miei occhi: è a questo punto che è arrivata l’assistenza sanitaria di Baltimora?”. Così Imamu Baraka, uno psicologo di Baltimora, nello stato del Maryland, commenta le sue immagini postate sul profilo Facebook. I video mostrano una donna lasciata in strada dal personale sanitario del centro medico dell’università, perché non in grado di pagarsi le cure. L’uomo prima si rivolge indignato ai dipendenti dell’ospedale: “Vi sembra normale lasciare questa paziente qui fuori al freddo?”. Poi va dalla donna, che appare confusa e quasi in stato di semi incoscienza con solo una vestaglia addosso, e cerca di aiutarla, chiamando i soccorsi. Il video ha fatto in poche ore il giro del mondo scatenando una bufera intorno all’ospedale. Tanto che il direttore della struttura è stato costretto a scusarsi

 

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

Usa, Wall Street Journal: “E ex porno star 130mila dollari per silenzio su Trump”

next
Articolo Successivo

Iraq, 2.585 cadaveri di civili recuperati sotto le macerie di Mosul. Operazione conclusa dopo 6 mesi dalla battaglia

next