Riassumerà l’incarico di comandante della Polizia locale di Biassono, Giorgio Piacentini. Lo scorso gennaio era finito al centro di una forte polemica, a causa della pubblicazione sul profilo Facebook di una sua foto con la divisa delle Ss. Per un anno Piacentini è stato demansionato, ma ora il sindaco del paesino in provincia di Monza e Brianza, Luciano Casiraghi, spiega che “ha lavorato bene, partecipa spesso a manifestazioni storiche con un’associazione e non ha pensato a cosa sarebbe potuto accadere postando quella foto”.

Quando si scatenò la politica, il comandante dei vigili di Biassono aveva spiegato di partecipare spesso a rievocazioni storiche con “un gruppo di appassionati” e di non essere affatto un sostenitore di Adolf Hitler. Rispetto al commento sulla foto “basterebbe una batteria di questi per rimettere a posto alcune cose”, Piacentini aveva spiegato si era trattato di “una battuta infelice”. Sul reintegro non si è trovata d’accordo la sezione locale dell’Anpi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Marchesi, gli chef ai funerali del maestro a Milano. Da Oldani a Cannavacciuolo: “Mio grande maestro”

next
Articolo Successivo

Twitter, l’esercito dei (falsi) terremotati che celebrano il rientro nelle case. Svelato il fake, gli account cancellati in blocco

next