Allarme sull’isola di Bali, Indonesia, dopo l’eruzione di martedì scorso del vulcano Agung: cenere e fumo grigio hanno raggiunto in cielo i quattromila metri, compromettendo la circolazione area, e decine di voli sono stati cancellati, riferisce la Bbc online. L’allarme indica che un’altra imminente eruzione è vicina. Al momento l’aeroporto principale di Bali rimane aperto, ma molte compagnie hanno cancellato i voli per timore che la cenere possa in qualche modo danneggiare i motori

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

La carneficina in Sinai non c’entra con l’arretramento dell’Isis

prev
Articolo Successivo

La schiavitù in Libia non è una novità

next